AVANTI TUTTA!!!

Quando le vittorie sono sofferte sono ancora più belle….

Ricordate la pubblicità in cui si dice “ti piace vincere facile…”, beh questo è un argomento che sicuramente non si confà a noi, che da 10 anni a questa parte di vittorie facili non ne abbiamo mai avute.

Ma va bene così, del resto, come dicevano i nostri nonni, il freddo fortifica , e le difficoltà pure. L’ importante è non arrendersi, mai, a costo di mandare giù qualche boccone amaro in certi momenti per poi, rigettarlo con tanto di interessi a chi ci ha obbligato a mangiarlo.

Sicuramente tutti voi sapete delle disposizioni dell’Agenzia delle Entrate, che ha sancito che le spese sostenute dai pazienti per le prestazioni MCB, purchè prescritte dal medico, cono detraibili come spese sanitarie. E questo, va oltre il parere ( seppur valido e che probabilmente ha aperto la strada) della Direzione generale dell’Agenzia delle entrate di Milano, ed ora speriamo che i CAF o i Commercialisti “nostrani” non abbiano ancora a ridire. Ricordo comunque a tutti gli associati che facendone richiesta ( per coloro che non l’hanno ancora fatto) la segreteria vi invia la lettera dell’ Ufficio Legale a riguardo, da mettere assieme alla fattura per il cliente.

Pian piano si sta delineando la strada che porterà finalmente la nostra figura ad avere la considerazione che merita.

Mi viene spontaneo fare alcune riflessioni su dieci anni di attività del Massaggiatore e Capo Bagnino degli stabilimenti idroterapici ( l’ho volutamente scritto per intero, perchè questa dicitura è giusto che noi tutti la ricordiamo, anche se per comodità parliamo di massoterapisti o massoidroterapisti).

NEl 2009 quando uscimmo con i primi attestati ,dopo la crisi in Regione Lombardia per il diniego della figura del MOS ( Massaggiatore e Operatore della Salute), subimmo subito degli attacchi, da parte di categorie affini che non trovavano giusto che qualcuno potesse arrivare a brucare l’erba del proprio orticello. Ricordo che in quegli anni ( e chi c’era sicuramente lo ricorderà) c’erano le guerre intestine tra le associazioni dei fisioterapisti contro le associazioni del massofisioterapisti, poi le battaglie tra le associazioni dei fisioterapisti contro gli MCB ( ricordo che allora nacque AIM a cui va il merito di aver preso in mano le redini delle controversie), le guerre tra le associazioni dei massofisioterapisti con gli MCB, e l’ associazione (temporanea con sepoltura dell’ascia di guerra) tra l’associazione dei fisioterapisti e l’associazione dei massofioterapsti contro..pensate un po’… gli MCB. Insomma allora i presidenti delle associazioni avevano il loro ben da fare a colpi di esposti, pareri e querele.

Ed allora mi sovviene una seconda riflessione, anzi due riflessioni: la prima è che in nove ( quasi dieci) anni, gli MCB sono sempre stati la loro posto, e non si sono mai messi contro nessuno…. noi non abbiamo remore contro i fisioterapisti ,(pur sapendo che fanno i massoterapisti con una preparazione accademica di 20/30 ore su un percorso di tre anni di studio), non abbiamo mai fatto  (e non le facciamo) contro i massofisioterapisti, cugini o fratelli con cui dividiamo l’arte del massaggio terapeutico, ma in più noi abbiamo anche la parte dell’ idroterapia che loro non hanno, ma che possono tranquillamente convivere con noi, volendo non ci diamo fastidio l’ uno con l’altro… Ora ci si mette anche l’associazione delle estetiste ad avere il dente avvelenato con noi. Ma noi, vogliamo tranquillizzare le estetiste che per conto nostro, possono tranquillamente proseguire nel loro lavoro di manicure, pedicure, pulizia di tutto ciò che vogliono, massaggio estetico, trattamento viso, corpo, capelli, unghie, cerette varie…. Anche noi potremmo avere bisogno di loro, quindi… perchè fare la guerra. ( Ecco un piccolo appunto agli amici ed alle amiche estetiste perchè restino nel loro ambito… sarebbe per noi triste scoprire che un MCB comincia a fare manicure per sbarcare il lunario….)

La seconda riflessione che voglio condividere con voi, è ancora più ridicola,o per certi versi assurda. Partiamo dal presupposto che ognuno di noi conosce colleghi nei vari ambiti, siano essi fisio, piuttosto che massofisio, o sicuramente estetisti/e. Avete parlato con loro di quello che sta succedendo da parte delle loro associazioni??? NOOOOO ??? Fatelo, e scoprirete che a loro NON IMPORTA NULLA  (e mi sono tenuto per non usare termini che, come figura istituzionale non posso usare…) di quello che fanno i loro rappresentanti nei confronti della nostra figura!!!!  SI, a loro non importa nulla di  tutte queste manfrine che vengono fatte perchè ragionando con loro, il vero problema non è la coesistenza di diverse figure professionali, ma l’ esistenza delle stesse figure che lavorano non in regola con la legge.

Vogliamo qualche esempio (nel caso che queste lamentele non siano arrivate nelle sedi opportune): i fisioterapisti possessori di partita IVA, lamentano il doppio lavoro svolto dai colleghi dipendenti dopo l’ orario di lavoro ( ovviamente pagato “in nero”) e lo stesso dicasi per i massofisioterapisti: oppure le estetiste che lamentano il numero sempre in aumento di ragazze uscite dalle scuole ,senza alcuna esperienza che effettuano lavoro privato ( leggi “in nero”) a domicilio, oppure l’ esponenziale crescita dei negozi di estetica cinesi, con prezzi di svendita e con dubbia professionalità e pulizia dei locali, solo per fare un paio di esempi concreti… Questo è il vero loro  ( e nostro) problema!!! Regolarizzare chi in regola non è, oppure denunciarli alle autorità ,perchè vanno a ledere la nostra attività.

MA siccome non voglio fare la figura di colui che si erge a giudice ricordo che se anche tra i nostri associati arrivasse la lamentela che alcuni MCB stanno facendo attività illegale, sarà nostra cura accertarcene ed agire legalmente contro di loro, perchè le regole sono  e devono essere uguali per tutti.

Quindi il mio invito a VOI colleghi Presidenti , è quello di togliere la trave che avete nel vostro occhio, piuttosto che cercare la pagliuzza che c’è nel nostro. Vivrete meglio voi, ed i vostri associati vi saranno grati. Questo è un suggerimento da collega che ha tutt’altro da pensare, che cercare di danneggiare chi cerca onestamente di inserirsi nel mercato, perchè dietro ad ogni MCB, ad ogni fisioterapista, ad ogni massofisioterapista, ad ogni estetista, in regola con la legge, c’è spesso una famiglia che con quel lavoro VIVE. Facciamo crescere professionalmente le nostre categorie, promuovendo le rispettive figure e non denigrando le altre.

Bene, dopo queste riflessioni, non mi resta che dirvi cari colleghi AVANTI TUTTA, perchè la strada è ancora lunga ma ,pian piano, assieme la percorreremo ed arriveremo alla meta, anzi alle mete che ci siamo prefissati

Mt. Stefano Loscialpo