Loscialpo:” Riprendo in mano le redini: questo momento delicato ha bisogno di essere seguito”

Così, la decisione del Presidente dimissionario è rientrata, con buona soddisfazione del Consiglio Direttivo che degli associati e anche dei non associati, che in questi mesi hanno potuto conoscere e apprezzare le capacità e il carattere di Stefano Loscialpo.

Dopo venti giorni in cui A.Na.M. è restata orfana del Presidente ( in realtà con il Presidente ad interim Prof. Marcello Lofrano), torna ad avere il suo comandante che l’ha fatta rinascere. Chi lo conosce, avrebbe scommesso che non sarebbe riuscito a stare al palo e vedere le evoluzioni di una situazione delicata,soprattutto sul fronte del massaggio sportivo.

A volte burbero, irruento, sanguigno, dai toni duri e senza mezzi termini, il Presidente di A.Na.M. ha saputo farsi apprezzare non solamente dai suoi associati e non solamente nel mondo degli MCB ma anche a frange di MFT e da tanti fisioterapisti che hanno visto il lui una figura di confronto e di crescita reciproca

” Dire che il merito è tutto il mio, è troppo, sicuramente ho fatto la mia parte”, dice Loscialpo, ” e dopo che ho portato a termine il mio mandato che prevedeva di traghettare A.Na.M. fino al congresso, mi sono accorto che la mole di lavoro è molta ed una persona solamente non può farcela, sempre se si vuole fare un lavoro proficuo che porti risultati. Ecco perchè alla richiesta del Consiglio Direttivo avevo declinato, non c’è mai stato alcun dissapore con chicchessia. Parlando poi gli scorsi giorni con il Prof Lofrano, si è pattuito di costituire un gruppo di lavoro a cui faranno parte MCB professionisti che assieme al sottoscritto continueranno il lavoro intrapreso nei mesi scorsi. L’idea è quella di avere quanti più associati possibili, perchè è solo coi grandi numeri che si ottengono risultati, e noi abbiamo la necessità di aumentare di numero. Per cui, con il gruppo nascente ,assieme al Direttvo cercheremo il miglior modo per associare quanti più professionisti possibile, per poter diventare l’Associazione di riferimento per gli MCB.”

Ma così facendo non si rischia di dichiarare “guerra” a FIMOS o AIM ? ” Assolutamente no, e non vuole nemmeno essere l ‘obiettivo. Del resto se ricordate il mio slogan iniziale è sempre stato :una associazione di professionisti per i professionisti” e, nonostante A.Na.M. venga ricondotta alla S.George, (che del resto l’ha creata), devo dire che non c’è mai stato un solo attimo in cui la scuola si sia mezza di mezzo sul lavoro portato avanti. E questo è anche l’accordo attuale e che resterà per il futuro. Per quanto riguarda le altre Associazioni, spero che continui il lavoro che abbiamo portato avanti assieme e che potremo anche in futuro lavorare assieme, perchè è importante la pluralità di pensiero e di azione”

Quindi si riparte da dove ci si era fermati? ” Sicuramente la lotta all’ abusivismo ed al lavoro nero deve essere una prorità” Chi non ha i titoli e non è fiscalmente in regola, commette un illecito oltre che rubare, e ribadisco il termine rubare, il lavoro a chi è titolato e chi è in regola con gli obblighi fiscali. Inoltre assieme alle altre sigle porteremo avanti il discorso per la qualifica del massaggiatore sportivo, anche alla luce del pastrocchio che sta facendo il CONI autorizzando a fare i massaggiatori sportivi a coloro che seguono corsi di qualche ora. Assieme dobbiamo fermare questa assurdità, perchè è a rischio la salute di atleti più o meno adulti, amatori o professionisti. Inoltre assieme al comitato decideremo anche di portare avanti le delegazioni regionali, e continueremo la divulgazione della nostra figura presso ASL, CAF e Commercialisti. L’ obiettivo è fare un lavoro capillare partendo da ogni provincia Italiana per arrivare alle regioni”

Quindi si riparte con vigore? “Si, riuscito a sistemare le cose legate alla mia attività, ora si riparte ancor con più vigore: la squadra si formerà nei prossimi giorni, lo Studio Legale della Dott.ssa Elena Betteghella ci sostiene in tutte le nostre battaglie, il Consiglio Direttivo mi da piena fiducia, quindi avanti tutta!!!”

Beh sulla scelta penso che abbia in qualche influito anche i messaggi di apprezzamento arrivati dopo l’ annuncio del tuo ritiro… ” Beh non mi aspettavo certo una reazione di questo tipo. Mi hanno fatto molto piacere i messaggi arrivati dagli associati ma anche dai colleghi non associati ma che in questi mesi mi hanno seguito. Non per ultimo gli apprezzamenti di stima da parte del Prof. Bresciani, presidente FIMOS edell’ Avv.Carluccio legale di AIM, con i quali riprenderò al più presto i contatti per proseguire il lavoro attivato gli scorsi mesi”.

Allora ,Presidente, buon lavoro….

Or.Ma.