A.Na.M. 2019: un anno scoppiettante. Ecco perchè appoggiare l’Associazione Nazionale Massoterapisti

Ed anche il 2018 ci ha lasciato. E’ stato un anno impegnativo e molto costruttivo per A.Na.M. che da febbraio, quando ha visto il cambio del Presidente, ha ripreso linfa e nuova vita.  Nel corso dell’anno, si sono alternati momenti di entusiasmo con momenti in cui ci si chiedeva chi remava contro, ma alla fine, dopo il temporale è sempre tornato il sereno. Il lavoro fatto dall’ Associazione, ha avuto il grande merito di far tornare seduti ad un tavolo le tre sigle rappresentanti gli MCB, Aim, Fimos ed appunto A.Na.M. che con rinnovata serenità hanno intrapreso percorsi insieme o anche se separati dai personalismi che caratterizzano le tre sigle, tutti hanno sempre parlato la stessa lingua, e lo hanno fatto strenuamente a favore della categoria.

Risolto ( si spera) anche l’enigma della sorte degli Mft, ora ci aspetta un 2019 che deve portare ancor più ad una definizione ed una consapevolezza dell’ esistenza  del Massaggiatore Capo Bagnino, da parte di tutti, a partire da noi, colleghi, che vedono in questa sigla -MCB- qualche cosa di vergognoso se non, per alcuni, aberrante. Quella è, e quella deve rimanere, per diversi motivi, primo fra tutti la storicità di un titolo che porta avanti la professione del massaggiatore da quasi un secolo. Anche perchè, ora, dopo questa manovra, gli unici massaggiatore sanitari, restano gli mcb, come figura per le nuove generazioni.

Ma quali sono i programmi di A.Na.M. e perchè un massoterapista deve scegliere proprio la nostra Associazione?

E’ una domanda legittima a cui cercheremo di dare spiegazione. Innanzitutto perchè crediamo fortemente nella nostra categoria e crediamo nella crescita della stessa e quindi ogni azione è portata alla valorizzazione, alla promozione ed alla difesa del professionista. 

A.Na.M. è l’ unica associazione che ha un comitato operativo formato solo ed escusivamente da MCB, un comitato fortemente voluto dal suo Presidente, che democraticamente prende ogni decisione dopo essersi consultato con il comitato stesso. Un comitato voluto dal Consiglio direttivo, voluto da colui che ha fondato A.Na.M. il Prof. Marcello Lofrano, ma che lo stesso ha voluto tenersene fuori dalle decisioni e dal lavoro dell’ Associazione, in quanto non addentro ai lavoro dei professionisti. Quindi l’ unica Associazione fondata dalla scuola, dove la stessa si chiama fuori dalla specificità della professione. Una  eccezione all’ interno del comitato operativo di un membro non MCB ma di importantissima rilevanza, voluta da tutti gli altri membri e dal Consiglio Direttivo: la presenza dell’ Avv. Elena Betteghella, che vogliamo ringraziare per la la disponibilità data.

Abbiamo una segreteria attiva tutti i giorni ed una risposta con tempi medi di 24 – 36 ore per ogni richiesta che ci viene presentata. Da quast’ anno abbiamo fatto un restyling al portale aggiungendo anche l’ area riservata ai soci, in cui saranno messe nei prossimi giorni le normative a disposizione di tutti gli associati e le varie modulistiche.

Abbiamo, come detto un team di otto colleghi che si sono divisi i vari compiti, tra cui, oltre la segreteria, il rapporto con gli enti, la formazione ed il rapporto con le delegazioni regionali che stiamo istituendo, il settore della formazione continua, che spiegheremo dopo, l’ aggiornamento del sito internet e soprattutto il continuo sportello telefonico aperto per tutti i soci.

Parlando di formazione stiamo approntando un programma di formazione ( per intenderci tipo ECM anche se non è richiesta) aperta ai soci ed ai non soci ( ovviamente a condizioni diverse) in cui affronteremo argomenti di aggiornamento che interessano la nostra professione. Tali aggiornamenti li metteremo nel sito nei prossimi giorni ( ci stiamo lavorando per cercare di avere dei relatori titolati) assieme alle date. Occorrerà prenotarsi per poter dare modo anche a noi di organizzarci al meglio. Alla fine della giornata verrà rilasciato un attestato di frequenza alla giornata svolta.

Per quanto riguarda il nostro impegno per la valorizzazione del nostro titolo, porteremo avanti il lavoro cominciato con un’ altra associazione che racchiude i massaggiatori sportivi per il riconoscimento e l’ integrazione della nostra figura in ambito del massaggio sportivo in seno alla Federazione Medici sportivi Italiani, al fine di inserire anche la nostra figura assieme a quella del massofisioterapista.

Inoltre sarà incessante l’ informativa presso tutte le ASL d’ Italia per portare a conoscenza i funzionari delle reali possibilità operative, accompagnate da leggi e regolamenti, dei Massaggiatori e capo bagnini.

Carne al fuoco non manca nemmeno per il 2019 che vogliamo diventi un anno di ulteriore conferma della nostra figura, ma per fare tutto questo abbiamo bisogno di tutti voi, abbiamo bisogno di forze nuove che ci affianchino, abbiamo bisogno di tutti coloro che attivamente partecipano sui social, affinchè diano il loro fattivo contributo e non si limitino a fare solamente polemica gratuita, ma si mettano in gioco, in prima persona, mettendo a disposizione di tutti, il loro sapere. Solamente così diventeremo una grande categoria professionale.

Vi aspettiamo in A.Na.M.